Palla ovale e nasi rossi, insieme a favore dell’inclusività nello sport

Palla ovale e nasi rossi, insieme a favore dell’inclusività nello sport

Quante volte ci siamo ritrovati a dire che il sorriso non ha fobie?

Quello che è accaduto grazie ad un gruppo di rugbisti amatoriali e professionisti che insieme hanno dato vita ad un coloratissimo calendario ne è proprio la dimostrazione. il risultato è RAINBOW 365.

Libera rugby Club  è la prima squadra gay inclusiva d’Italia. Le Zebre Rugby sono la franchigia della Federazione Italiana Rugby partecipante al campionato europeo Guinness Pro 14. Althea amore e sughi è lo sponsor di maglia di Libera.

Insieme queste tre realtà hanno dato vita ad un progetto bellissimo: un calendario con il quale promuovere l’inclusività nello sport e invitare le Federazioni sportive italiane ad aggiungere ai loro statuti il divieto di discriminazione secondo l’orientamento sessuale, ad oggi ancora assente.

E tutto questo che c’entra con la clownterapia? Lecito farsi questa domanda visto che siamo sul blog di Magicaburla Onlus. Queste due squadre hanno deciso di devolvere il ricavato dalla vendita dei calendari alla nostra associazione.

Il risultato della vendita è di 2.690 euro raccolti che andranno a sostenere la clownterapia in ospedale.

Il progetto

Il progetto è nato nel dicembre del 2018, quando i giocatori di Libera Rugby e le Zebre si sono incontrate alla cittadella del rugby a Parma e insieme hanno scattato delle coloratissime foto per creare questo unico calendario: il Rainbow 365.

La vendita on-line è avvenuta attraverso i canali delle Zebre, di Libera e di Rugby Meet che insieme hanno contribuito alla sensibilizzazione sulla mancanza di attenzione del mondo sportivo italiano nei confronti dell’inclusività, a differenza di quanto avviene in molti paesi stranieri.

Il calendario ha avuto un ottimo successo mediatico e questo dimostra che in fondo, anche in Italia, c’è una crescente sensibilità su questa tematica.

“Siamo enormemente soddisfatti dei risultati che Rainbow 365 ha prodotto – dichiara il presidente di Libera Rugby Nicolò Zito – aver avuto il piacere di collaborare con le Zebre, per una causa nobile come quella per cui ci battiamo e di aver potuto donare il ricavato in beneficenza ai nostri amici di Magicaburla Onlus, associazione che assiste i bambini nei loro momenti più difficili; è stata per tutta la squadra una magnifica esperienza che porteremo sempre dentro di noi”.

Cristiana De Maio, presidente di Magicaburla Onlus, dichiara: “E’ stato un piacere poter essere coinvolti in un progetto così importante come quello di Rainbow 365, non solo ci ha permesso di estendere la nostra rete di contatti, ma anche di sposare il sorriso ad una battaglia per noi di sostanziale importanza, quella contro l’omofobia e a favore dell’inclusività nello sport. Mi piace spesso ripetere che il sorriso dei bambini non ha fobie”.

Cosa sosterrà il progetto ?

Il ricavato dalla vendita dei calendari andrà a finanziare la clownterapia presso l’ospedale Sant’Eugenio di Roma. In questo ospedale Magicaburla è presente da anni, ma proprio alcuni mesi fa è terminato il finanziamento per questo progetto e la somma donata da Libera e dalle Zebre ci permette di continuare ad essere presenti lì e portare sorrisi ai bambini ricoverati, senza interrompere quindi un servizio riconosciuto ormai come fondamentale dai bambini, dalle famiglie e dai medici.

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno partecipato a questa splendida iniziativa a favore dell’inclusività nello sport e che con un po’ di colore ci hanno permesso di portare tantissimi sorrisi.

Ancora una volta possiamo dire con orgoglio che il sorriso non ha fobie.

Grazie di cuore

By | 2019-05-27T12:31:42+02:00 Maggio 27th, 2019|News|0 Comments